Lavoro

Roma: Pci per i lavoratori: “Governo fa figli e figliastri. La Regione Lazio intervenga subito”

DICHIARAZIONE DEL RESPONSABILE LAVORO DEL PCI LAZIO, Tiziano Ziroli, SULLE AREE DI CRISI COMPLESSA

Tiziano Ziroli, denuncia quanto ufficialmente scaturisce dalla massima riunione di decisione italiana: la riunione del Governo del Paese. A questa denuncia che, come si può vedere di seguito, non giustifica la scelta fatta di privilegiare una parte del Paese e condannarne un’altra. Pur sapendo che ci sono  a disposizione i denari necessari, si sceglie di attivare una guerra tra poveri, per mettere lavoratori contro lavoratori! E’ una vergogna. Inoltre, Tiziano Ziroli, punta il dito anche verso la Regione Lazio: il Presidente Zingaretti ( che, fatto non secondario, è pure capo del PD) deve immediatamente attivarsi per stroncare questa disparità governativa e compiere atti a favore dei lavoratori!

Leggendo il verbale dell’ultimo Consiglio dei Ministri mi salta all’occhio – dichiara Ziroli- che il Ministro Tria autorizza la mobilità in deroga solo a due aree di crisi complessa. Infatti, viene autorizzata la mobilità in deroga fino a fine 2019 per i lavoratori delle aree di crisi industriale complessa di Porto Marghera e della Campania.”  La domanda che mi sorge spontanea – accusa il responsabile PCI del lavoro – è: perché? Le aree di crisi complessa sono 20 e le altre 16? Gli altri ex lavoratori non sono ritenuti uguali agli ex lavoratori di Porto Marghera e della Campania?.”. “Nella nostra regione ci sono due aree di crisi complessa Frosinone e Rieti, ora che abbiamo chiaro che il governo ha deciso di lasciare i nostri ex lavoratori senza aiuti. – Continua Ziroli, rivolgendosi alla Regione Lazio – ed essendo sicuro che il Presidente Zingaretti e il suo Assessore al lavoro Di Berardino siano già al corrente di tale decisione, mi chiedo: quali azioni la Regione Lazio ha intenzione di intraprendere.? Ritenendo la decisione del Governo inaccettabile, – conclude Tiziano Ziroli – mi auguro vivamente che la Giunta regionale si adoperi da subito per far si che i suoi disoccupati non vengano lasciati allo sbando. I disoccupati aspettano risposte immediate!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *